SOCIETA’ ITALIANA EMBRIOLOGIA RIPRODUZIONE E RICERCA

Regolamento

Il presente Regolamento integra e non sostituisce lo Statuto Societario.

Capitolo I - Scopi e Finalità

  • Promuovere e coordinare studi multicentrici, favorendo la collaborazione tra i soci membri;
  • Promuovere e mantenere rapporti di collaborazione con altre Associazioni Scientifiche e professionali Italiane ed Estere.
  • Il Legale Rappresentante dell’Associazione è il Presidente. Ogni attività o iniziativa, sotto l’ egida SIERR, dovrà essere autorizzata dal Consiglio Direttivo.

Capitolo II - Soci

  • Per associarsi alla SIERR, è necessario presentare una domanda al Consiglio Direttivo, controfirmata da almeno un socio ordinario in regola con il pagamento della quota associativa. La ratifica dell’ iscrizione spetta al Consiglio Direttivo.
  • Possono iscriversi alla Sierr, in qualità di soci ordinari, gli iscritti ai seguenti Ordini Professionali:
    • Biologi;
    • Medici che svolgono attività presso laboratori di embriologia;
    • Veterinari;
    • Agronomi con indirizzo in produzione animale.

Il Consiglio Direttivo si riserva di accettare adesioni anche da parte di iscritti ad altri ordini professionali o da dipendenti universitari e di Enti di Ricerca, che comunque svolgono attività finalizzata alla Biologia della Riproduzione.

Il socio ordinario non in regola con il pagamento della quota associativa, mantiene per il primo anno di morosità l'elettorato attivo (diritto di voto in assemblea), non quello passivo (essere eletto alle cariche sociali), perde il diritto a partecipare gratuitamente agli eventi e corsi organizzati per i soci, nonché il diritto di accesso al forum SIERR ed all'area del sito SIERR riservata ai soci. Il rinnovo annuale della quota va eseguito entro e non oltre il 28 febbraio di ciascun anno secondo le modalità riportate sul sito internet della SIERR. Decorso il primo anno di morosità, salvo regolarizzazione spontanea entro il termine di pagamento della quota relativa all'anno successivo, verrà automaticamente perduta la qualità di socio e l'eventuale riammissione dovrà essere deliberata dal Consiglio Direttivo secondo le modalità previste per i nuovi soci.

Capitolo III - Organi dell’Associazione

  • L’ assemblea dei soci ordinari elegge il Consiglio Direttivo con votazione a maggioranza ed a scrutinio segreto. Alla scadenza del mandato il Consiglio Direttivo può proporre all’Assemblea una lista di candidati per il nuovo Consiglio Direttivo. In ogni caso, tutti i soci ordinari possono candidarsi per l’ elezione del Consiglio Direttivo, presentando la propria candidatura presso la Segreteria dell’Assemblea almeno un’ ora prima della votazione. Risultano eletti i 7 candidati che ottengono il maggior numero di voti.
  • Se, dopo la votazione, due o più candidati ottengono lo stesso numero di voti, risulterà eletto il candidato più giovane;
  • Le cariche all’interno del Consiglio Direttivo vengono proposte dal membro più anziano e votate a maggioranza e con scrutinio segreto dai membri del Consiglio Direttivo;
  • Le deliberazioni del Consiglio Direttivo risultano valide se è presente almeno la metà dei consiglieri.
  • Tutte le delibere del Consiglio Direttivo, che non riguardino nomine a ruoli specifici, si ottengono con votazione palese, a maggioranza. In caso di parità, sarà decisivo il voto del Presidente. Tutte le votazioni per l’ elezione a cariche associative sono a maggioranza ed a scrutinio segreto.
  • I delegati regionali vengono nominati, con voto a maggioranza, dal Consiglio Direttivo, e sono scelti tra i soci ordinari.
  • I delegati regionali hanno l’ obbligo di partecipare, pena la decadenza dalla carica, ad almeno una convocazione del Consiglio Direttivo durante l’anno di nomina. I delegati Regionali hanno diritto di parola, ma non di voto.
  • Nei casi in cui il ruolo del Presidente si rende vacante prima della scadenza del mandato, il vicepresidente assume la carica di Presidente pro-tempore. Se opportuno il Consiglio Direttivo può convocare un’ Assemblea Straordinaria per l’elezione anticipata del Presidente.
  • L’ assemblea Generale si riunisce in prima convocazione ed ha validità se sono presenti i 2/3 dei soci Ordinari. Si riunisce in seconda convocazione qualunque sia il numero dei soci presenti o rappresentati.
  • Tutte le votazioni assembleari avvengono con voto palese a maggioranza, tranne che per l’ elezione dei Membri del Consiglio Direttivo. In caso di parità di voti, risulta decisivo il voto del Presidente.
  • Le modifiche al regolamento, possono essere deliberate con il voto favorevole della metà più uno dei soci ordinari in regola con il pagamento della quota associativa dell’anno in corso.
  • Le modifiche alla Statuto possono essere deliberate dall’assemblea con il voto favorevole di almeno 2/3 dei soci ordinari in regola con il pagamento delle quote associative per l’anno in corso.

Scarica il pdf

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookies.